Direttore responsabile: Giovanni Capaccioli

INFRACHAIN SUMMIT ITALY raccontato da Affidaty S.p.A.

Quale occasione migliore dellʼInfrachain Summit per presentare il nostro SDK?

Si è svolto il 17 ottobre a Bologna, nel DigitalHub di NetService S.p.A., il primo Infrachain Summit italiano, evento dedicato ai casi dʼuso operativi in tecnologia Blockchain e alla Governance.

Infrachain è lʼorganizzazione lussemburghese no profit, della quale Affidaty S.p.A. è tra i fondatori, che ha come scopo creare un framework di governance che consenta alle applicazioni Blockchain di diventare operative nell’attuale contesto normativo. Il raggio dʼazione si estende a tutta lʼindustria emergente: Fintech, Healthcare, Public services, Supply chain management, etc.. Ottima occasione quindi per poter presentare ufficialmente il nostro Software Developer Kit, davanti ad un publico di esperti concentrato soprattutto su uno dei punti di forza della nostra tecnologia, ovvero sugli aspetti di governance e conformità della blockchain.

Uno dei temi fondamentali emersi sul palco è stato proprio la difficile applicazione, su larga scala, di questa tecnologia se non risponde agli standard più restrittivi sul trattamento dei dati personali, problema tra i primi che abbiamo affrontato seriamente e, ovviamente, già risolto da Affidaty.

Doc. Andrea Della Croce @ INFRACHAIN SUMMIT ITALY
Doc. Paolo Santancini @ INFRACHAIN SUMMIT ITALY

Ecco che quindi, presentando lʼarchitettura di TRINCI, i docenti Andrea Della Croce e Paolo Santancini, rispettivamente Product Manager e Blockchain Architect, hanno evidenziato come la nostra tecnologia abbia creato un sistema che, ibridando le caratteristiche dei sistemi pubblici e privati, rispetti i limiti normativi più restrittivi e gli standard internazionali, senza inficiare sulla filosofia della blockchain e facendo quindi lʼocchiolino ai “blockchainiani puristi conservatori”.

Qua potrete trovare la versione integrale del nostro intervento allʼinfrachain Summit Italy di Bologna:

Dulcis in fundo è stata presentata in anteprima la webpage per la registrazione allʼSDK, con la quale ogni sviluppatore, in pochi click, può accedere proprio a tutte le funzionalità di TRINCI.

3 parole chiave: Velocità, Flessibilità e Scalabilità per la costruzione di qualsiasi progetto in blockchain:

  • Gestione clienti da back-office
  • Creazione e gestione di Asset per Token Digitali
  • Salvataggio dati in blockchain e recupero transazioni
  • Smart Contract della Faretra Affidaty
SKD Affidaty Website

Il perchè del rilascio dellʼSDK, raccontato dallʼIng. Marco Patania CTO di Affidaty S.p.A.

L’idea di rilasciare un kit di sviluppo per poter utilizzare la nostra piattaforma, è nata mentre sviluppavamo le applicazioni in blockchain e, contemporaneamente, dalla voglia di dare la possibilità ad altre aziende, che abbiano un reparto IT, di provare con mano cosa significhi “lavorare” in questo ambiente così diverso e senza il solito approccio.

Siamo convinti che solo sviluppando e sporcandosi le mani le aziende possano capire quale valore aggiunto possa portare l’utilizzo della blockchain all’interno dei propri processi.

Nella versione beta del nostro SDK abbiamo quindi puntato alla semplicità di utilizzo per permettere a chiunque abbia un minimo di competenze software di utilizzarlo. Per questo abbiamo scelto di realizzare un SDK utilizzabile lato server, scritto con il linguaggio più diffuso per quell’ambiente che è il PHP e che necessita di pochi passaggi per l’installazione:

  1. Registrazione su https://synkrony.affidaty.io/registration-developer per aprire un proprio profilo developer
  2. Accedere al portale https://developer.affidaty.io/login
  3. Eseguire tramite composer l’installazione dell’SDK, seguendo la guida presente sul portale
  4. Instanziare l’SDK con le proprie credenziali per effettuare transazioni, balance e gestione degli asset

Dal portale sarà possibile inoltre:

  • Creare subaccount per poter fare installazioni dellʼ SDK presso i propri clienti (caso d’uso: CRM presso un cliente su cui è necessario tracciare i vari passaggi in blockchain)
  • Creazione e gestione di asset aperti o chiusi, per poi poterli gestire da sdk con le operazioni di ricarica e trasferimento (caso d’uso: creazione di un asset “BuoniPunti” che vengono accreditati ogni volta che sul crm un cliente effettua un’acquisto superiore a 10 euro)
  • Ricarica del proprio wallet per poter effettuare ulteriori transazioni (40 sono accreditate alla login)
  • Vedere le transazioni effettuate dal proprio wallet

Nelle prossime versioni verranno rilasciate ulteriori funzionalità, anche grazie ai feedback ricevuti dai primi utilizzatori.

Ultima delle sorprese, per citare lo speech di Andrea Della Croce, sarà rilasciato nei prossimi mesi un SDK client per permettere l’interazione tra app e TRINCI.

Non sono mancati quindi gli spunti di riflessione che sono stati poi approfonditi con il numeroso pubblico che si è trattenuto fino al ricco buffet di chiusura dellʼincontro.