Intro

Mentre me ne sto seduto nel mio ufficio a scrivere questo articolo e mentre voi (spero) lo stiate leggendo, il nostro sistema di voto in blockchain (ovviamente live) sta facendo il giro virtuale di tutta la Penisola. Dal 22 ottobre, in tutt’Italia, moltissimi utenti stanno votando con il proprio smartphone la migliore esperienza di comunicazione realizzata da una Pubblica Amministrazione nel 2020.

La tematica è fortemente attuale visto il susseguirsi di decreti che stanno di nuovo mettendo un freno, giustamente, alle nostre attività quotidiane. E, mai come adesso, si ha l’esigenza di digitalizzare sempre di più i processi decisionali e organizzativi.

Dare un voto alla Pubblica Amministrazione

Tutto è nato dalla partnership tra Affidaty S.p.A. e PA Social, con l’obiettivo di potenziare attraverso la tecnologia blockchain la presenza digitale della prima associazione italiana dedicata alla comunicazione e all’informazione digitale della Pubblica Amministrazione. Quale miglior occasione, quindi, per sfruttare le potenzialità della blockchain, di un concorso nazionale dove migliaia di utenti possono esprimere la loro preferenza in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo e in modo immutabile? In altre parole, attraverso un voto live?

Lo “Smartphone d’Oro”, il nome del concorso di PA Social, ha avuto da subito uno strepitoso successo negli uffici delle PA. E sono più di 60 le organizzazioni che si sono candidate, presentando e raccontando le loro esperienze attraverso un video. In lungo e in largo, dalla Lombardia alla Sicilia, possiamo scoprire come le organizzazioni pubbliche hanno affrontato uno dei periodi più difficili degli ultimi 10 anni.

Voto in blockchain a portata di mano. E, soprattutto, live!

Per potersi godere i 63 video in concorso, suddivisi per autore, occorre scaricare l’App di PA Social e accedere al modulo di voto live, uno dei servizi che offriamo a tutte le attività che usufruiscono delle nostre Applicazioni in blockchain. Cliccando nell’apposita sezione della home e una volta registrato, l’utente può guardare i video ed esprimere la propria preferenza cliccando sul nome del progetto in gara. Semplicissimo. Il voto sarà quindi salvato e scritto all’interno della blockchain T.R.I.N.C.I. powered by Affidaty, che garantisce l’immutabilità del dato. Ogni utente potrà sempre verificare la transazione del suo voto all’interno del proprio wallet, per avere prova tangibile di aver partecipato e votato.

La soluzione realizzata da Affidaty S.p.A. per PA Social è la prova che i sistemi in blockchain sono operativi e perfettamente funzionanti, semplici da usare e progettati per semplificare al massimo tutte le azioni degli utenti all’interno delle App. Il voto live in blockchain è una realtà: non serve essere un nerd per poterne usufruire, le interfacce di implementazione sono semplici processi guidati che aiutano il creatore della votazione a impostare tutte le specifiche del caso. La votazione, ad esempio, può essere a numero chiuso o aperta a tutti, può essere riservata ai soli possessori di un PIN e può essere anonima o pubblica. Il sistema si adatta a qualsiasi circostanza, dalle assemblee condominiali ai collegi sindacali, delle votazioni aziendali interne ai premi nazionali che necessitano di una giuria.

Abbiamo reso questa tecnologia alla portata di tutti. In soli 10 giorni dall’inizio della votazione abbiamo registrato più di 900 votanti che in 3 semplici passaggi hanno interagito, magari senza saperlo, con uno dei sistemi tecnologici più complessi degli ultimi anni. Il vero progresso si raggiunge quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti.

L’articolo Voto in blockchain proviene da Affidaty Blog.