L’ Enterprise Blockchain è un argomento che sta diventando più forte e importante. E’ in qualche modo ironico come la blockchain, nata in un ambiente cypherpunk e anarchico, sia diventando progressivamente rilevante per le aziende, soprattutto quelle che hanno necessità di coordinarsi in un contesto di processi inter-company.

E’ evidente la dicotomia tra blockchain aperte, o senza permessi (permissionless, in inglese) e blockchain chiuse, con permessi (o permissioned).

Sebbene le aziende abbiano oggi una preferenza per le blockchain chiuse, dette anche DLT (Distributed Ledger Technologies) sembra sempre più chiaro che i due modelli sono destinati a coesistere, in un’architettura di Internet delle Blockchain, e che la partita si giocherà al confine tra i due modelli.

Ecco perché, soprattutto nel web, si legge sempre più di Enterprise Blockchain.

La dinamica del settore finance, che è un early adopter di tali tecnologie, è emblematica. Da una parte, le banche e gli intermediari finanziari stanno adottando DLT come R3 Corda, che permette di ottenere benefici in ambito di riconciliazione e automazione dei processi interbancari, come per esempio i pagamenti. 

D’altro lato, l’innovazione più sperimentale sta avvenendo nell’ambito delle blockchain aperte, Ethereum innanzitutto, e della cosiddetta Decentralized Finance (o DeFi) che si indirizza in modo naturale alle Gen Z e successive. Nell’ambito della crescita della DeFi abbiamo potuto testimoniare la nascita di nuovi modelli di business quali le liquidity pool, lo yield farming, gli exchange decentralizzati, lo staking, e gli automatic market maker.

Nel prosieguo di questi articoli legati al tema dell’Enterprise Blockchain, vogliamo testimoniare sia le prospettive delle aziende che cercano di incorporare la blockchain per creare nuovi modelli di business, sia le sfide che provengono dal “mondo cripto” e creano una pressione competitiva crescente sul sistema.

Si tratta di una partita di lungo termine, nella quale giocano un ruolo importante argomenti come la privacy, la tutela dei dati personali, la sicurezza, il ruolo dei regolatori e il contesto normativo.

La partita tra blockchain aperte e blockchain chiuse è all’inizio, e vivremo un giorno in un mondo in cui le blockchain chiuse delle organizzazioni, intese come “isole di fiducia”, dovranno integrarsi con le blockchain “aperte” per creare una Internet delle Blockchain, in cui tecnologie come gli zero-knowledge proof e la multi-party computation giocheranno un ruolo fondamentale nel preservare la nostra privacy.

L’articolo Enterprise Blockchain: applicazioni Blockchain per le aziende proviene da Affidaty Blog.