Intro – Il libro mastro.

La parola blockchain, letteralmente, significa “catene di blocchi”: si tratta di un registro digitale distribuito (distributed ledger technology, detto anche D.L.T.).

Dal punto di vista tecnico, viene definita come un “sistema di registrazione e di archiviazione di dati su cui è possibile raggiungere il consenso in forma decentralizzata, dato che i blocchi di transazioni possono essere solamente aggiunti, ma mai modificati o eliminati”.

Lo studio condotto da Philip Boucher per il Servizio Ricerca del Parlamento Europeo (EPRS) nel 2017, per cercare di rendere comprensibile ai più il concetto di blockchain, utilizza l’esempio del libro mastro.

Continue reading Blockchain e elezioni: a che punto siamo? at Affidaty Blog.